Nabassaga Zénabo ha 45 anni ed è madre di sei figli. Abita nel villaggio di Ouattinoma e si occupa della produzione di sapone. Grazie alla donazione di un nostra associata ha ricevuto una bicicletta che le permetterà di spostarsi nei villaggi limitrofi per vendere il sapone.
Con un versamento di CHF 150, da effettuare online o sul nostro conto corrente, è possibile donare una bicicletta. Indicare nelle comunicazioni: bicicletta.
(agosto 2016)

 

 

Construction achevee
Si sono conclusi in questi giorni i lavori di costruzione dei nuovi alloggi per i docenti della Scuola di Boundoukamba, che permetteranno ai docenti di soggiornare nei pressi della scuola. L’edificio, finanziato da Beogo, comprende pure una doccia.

Si conclude così il progetto di rinnovamento del centro scolastico di Boundoukamba, iniziato nel 2013 con la costruzione delle latrine e proseguiti nel 2015 con lavori di manutenzione alle tre aule.

Ricordiamo infine che la nostra Associazione finanzia anche la mensa scolastica.
(giungo 2016)

 

Il sostegno finanziario e materiale di Beogo mi ha permesso di realizzare il mio grande desiderio: conseguire la laurea in sociologia. Spero di poter ricevere ancora un aiuto per il master 2 in sociologia, per il prossimo anno accademico. Nel frattempo sto cercando di fare degli stages per acquisire maggiore esperienza. Grazie ancora per il vostro sostegno.
S. Borice
studente beneficiario di una borsa di studio

Ringrazio Beogo che mi ha permesso di realizzare il mio sogno: continuare gli studi nel campo edile e lavori pubblici.
S. Fatimata Bintou
studentessa beneficiaria di una borsa di studio, laureata con una valutazione di 17/20, la migliore tra 300 studenti

 

DSC09637Si chiama Abdoulaye. Porta sempre gli occhiali da sole. Fa il guardiano (“le gardien”) all’asilo infantile Zoodo (“la garderie, Jardin d’enfants à coeur joie”) di Ouahigouya (quarta città al nord del Paese). Dorme sul posto, in uno sgabuzzino di 2×2. Da mattina a sera siede, su una panchina traballante, sotto una tettoia, a destra del portone che dà sul cortile della “garderie” e degli uffici Zoodo. Di notte deve vegliare. Nel quartiere ci sono stati a più riprese furti nelle proprietà e anche aggressioni fisiche. Il guardiano di una ditta del quartiere è stato ammazzato di botte. Gli Uffici Zoodo, lo scorso anno, sono stati svaligiati: perdita 800’000 FCFA (grossa somma per Zoodo). Corrispondono a circa 1500 CHF. Abbiamo deciso, con Zoodo, di applicare a tutte le porte e finestre nuove robuste inferriate. 

[Continua]

 

DSC09879“La popolazione del Burkina Faso è stimata in circa 18 milioni di abitanti. Il 48% di questa ha meno di 15 anni. Secondo previsioni attendibili, con l’attuale tasso di natalità, la popolazione potrebbe raggiungere i 50 milioni di abitanti, con un’età media di 16 anni, nel 2050! Le cause di una tale crescita risiedono nel fatto che l’indice di fecondità è molto elevato nel Paese: è di circa 6 figli per ogni donna. Ci sono, inoltre, i matrimoni e le gravidanze precoci, le gravidanze tardive e quelle in ambiente scolastico. Chiaramente, sul piano socio-economico, una crescita demografica non padroneggiata contribuisce ad accrescere la disoccupazione, il sottoimpiego, il vandalismo, il banditismo, il consumo di stupefacenti. Le gravidanze delle ragazze prima del matrimonio sono considerate un disonore per genitori e parenti. Ciò comporta, come conseguenza, il rigetto tanto della famiglia che della società. Rigetto e isolamento che spingono molte ragazze al suicidio o a ricorrere agli aborti clandestini. Tale situazione interpella i leader religiosi e i capi tradizionali (“les chefs coutumiers”), custodi dei valori morali e educativi, guide spirituali dei credenti, oltre, evidentemente i politici di ogni bordo.”

F.L., Mercoledì 3 febbraio 2016 – Estratto e traduzione dall’articolo: Santé, Reproduction et Planification familiale. In: “LE PAYS”. Quotidien indépendant d’informations générales du Burkina, Mardi 02 février 2016, p. 11.

 


Made in seed*