Padrinati di famiglia e di gruppo

DSC09907Mariam Maïga, prima di fondare l’Associazione Zoodo (Pour la Promotion de la femme), lavorava per “Terre des Hommes” Losanna. Si occupava di ragazze sfavorite alla periferia di Ougadougou e svolgeva con loro lezioni di sostegno scolastico. Ci incontrammo a Ouaga al momento in cui Mariam concluse il rapporto di lavoro con T.d.H. e decise di fondare Zoodo. Era l’anno 1997. La giovane Presidente di Zoodo ci propose di finanziare il sostegno scolastico in due villaggi e in due quartieri di città. Il progetto sostegno scolastico prosegue tuttora, pur avendo subito vari adattamenti e frequenti cambiamenti di personale, in due villaggi (Baobané-Ouattinoma, Wabdigré) e in città a Ouahigouya. I primi anni, nel villaggio di Wabdigré, il sostegno avveniva all’ombra di un albero, lavagna appoggiata contro il tronco, allievi seduti su una panchina o per terra. Le folate dell’Harmattan facevano cadere a terra la lavagna. L’animatore si chiamava Ismaël. Oggi gli insegnanti-animatori, si chiamano Assétou, Ouarma, Belem, Daouda, Haoua, Absétou, coordinati da Sidi Savadogo. Gli allievi seguiti a sostegno sono 120. Le ragazze, nei villaggi, i primi tempi, neanche andavano a scuola. Ora, i primi studenti, grazie al sostegno e ai vari aiuti individuali o di famiglia tramite il progetto padrinati, arrivano all’università. Ismaël segue il corso “Gestion Ressources Humaines” alla Facoltà universitaria di Ouahigouya. Due ragazzi affronteranno il BAC scientifico (la “maturità”) e, se tutto andrà bene, potranno iscriversi in ottobre all’università. Dieci altre ragazze e ragazzi, seguiti a sostegno e padrinati da più anni, frequentano il liceo. Pure loro, a fine percorso, potranno ottenere il BAC. Parecchi hanno potuto fare una formazione pratica professionale. Alcuni si sono persi per strada…, altre sono rimaste incinte interrompendo studi o formazione professionale. Una quindicina di bambini di famiglie molto povere beneficiano di un padrinato di gruppo, durante i tre anni della “garderie” (età dai tre ai sei anni) e potranno iniziare la scolarità armati dal punto di vista linguistico (lingua francese). L’appoggio, complementare, fra sostegno scolastico e varie forme di padrinato, nel corso degli anni, permette a molti giovani di condizioni socio-economiche sfavorite, a parecchie ragazze destinate in passato a rimanere confinate nel ruolo di aiuto domestico (per non dire altro), di costruirsi un futuro migliore. Magari di divenire un giorno una donna-leader, come lo sono oggi Mariam Maïga e Blandine Sankara…!

Ouahigouya, 2 gennaio 2016, h. 15.10., F.L.