Inaugurata la nuova Scuola di Ouattinoma

Con grande soddisfazione della comunità locale, è stata inaugurata sabato 28 gennaio 2012, nel villaggio di Ouattinoma, una nuova e bella scuola elementare interamente finanziata da BEOGO (Gruppo ticinese di solidarietà con il Burkina Faso) e dunque da molti amici Ticinesi. Costo della costruzione circa 85’000 franchi.
Ouattinoma è un villaggio molto povero, situato al nord del Burkina Faso, nella regione subsahariana, in cui il 50% della popolazione del Paese vive nell’insicurezza alimentare, solo il 70% ha accesso all’acqua potabile e l’analfabetismo concerne circa il 72% degli abitanti. In questo villaggio, così come in altri 11 della regione, opera, in stretta relazione di partenariato con BEOGO, l’Associazione femminile africana ZOODO (Pour la Promotion de la femme), di Mariam Maïga, dinamica presidente ben conosciuta anche in Ticino.
La scuola appena inaugurata comprende tre nuove aule, un magazzino, l’ufficio per il direttore e per gli insegnanti, un hangar, le latrine. Viste le condizioni climatiche, essa è stata costruita seguendo particolari criteri di isolazione termica (tipo di mattoni, sottotetto per permettere la circolazione dell’aria).
Parallelamente al nuovo edificio, Beogo ha pure finanziato la ristrutturazione della « vecchia » scuola (con cucina) costruita 10 anni fa e pure finanziata dall’ONG ticinese. I lavori sono stati portati a termine in soli 4 mesi da una valida impresa locale con il coinvolgimento della popolazione del villaggio (manodopera e apporto giornaliero di acqua da parte delle donne).
All’inaugurazione hanno partecipato le autorità locali, la popolazione del villaggio e dei villaggi vicini, i 211 allievi a cui BEOGO ha donato una maglietta con il logo di ZOODO e di BEOGO, oltre ad una serie di palloni da calcio. Le donne dei villaggi coinvolti, stupende e spesso regali nei loro abiti dai colori contrastanti, hanno danzato e cantato con entusiasmo in segno di gioia e di ringraziamento. Di fronte alla scuola sono stati piantati cinque alberi di mango quale gesto simbolico, augurio di vita e crescita culturale oltre che di lotta alla desertificazione. Un pasto a base di riso e pesce è stato offerto alla popolazione accompagnato dalla bibita tradizionale Zoom Kom a base di farina di miglio.
Nel corso della cerimonia hanno preso la parola le autorità politiche e pedagogiche della città di Ouahigouya e della regione, il direttore della scuola e la presidente di ZOODO Mariam Maïga che ha ringraziato l’Associazione ticinese per la collaborazione e il partenariato che dura ormai da anni, in vari villaggi, su più fronti (pozzi, sostegno scolastico, mense, biblioteca, asilo, padrinati, micro-credito, alfabetizzazione,…). A nome di BEOGO, del suo comitato e di tutti gli amici dell’Associazione che hanno finanziato la nuova scuola, ha preso la parola anche il presidente Franco Losa che, nel suo intervento, ha sottolineato l’importanza della scolarità per le ragazze burkinabé che, per tradizione, arrischiano di subire il matrimonio forzato precoce. Ha inoltre augurato agli insegnanti di essere dei resistenti culturali affinché prendano la difesa degli allievi sostenendoli al meglio nella riuscita dei loro studi e riscattando in tal modo la loro condizione di estrema povertà materiale e sociale.
[Galleria foto]

Translate »